Propone Peña un taglio di circa $4 miliardi di spesa culturale per 2014

Non ho buone notizie per la cultura in Messico, riferimento di leer queste conto noticas:

qui i siano della rivista “La giornata” a questa grave notizia: “Il presidente Enrique Peña Nieto ha proposto un taglio di circa 4 miliardi di pesi di spesa per la cultura per 2014, che rappresenta una caduta drastica di 23.84 da% per quanto riguarda il bilancio approvato dalla Camera dei deputati di quest’anno, e che interesserà principalmente all’Istituto nazionale di Bellas Arti, la produzione cinematografica, città patrimonio dell’umanità, nonché le librerie di Educal e il Centro culturale e Turistico di Tijuana”.

“Questa diminuzione riflette ”il poco interesse per il governo della cultura”, ha sottolineato il segretario della Commissione del anche a San Lázaro, Raquel Jiménez Cerrillo (PAN). ”Un arretramento delle decenni i 70 e 80, dove la premessa del partito rivoluzionario istituzionale (PRI) era: “tra meno educado sia il popolo, una maggiore facilità di apparizione e manipularlo’. Tale posizione non è valida per il secolo”, egli la legisladora nel colloquio.

Jiménez Cerrillo ha che è il secondo anno consecutivo che Peña Nieto chiede alla Camera dei deputati ad approvare un taglio alla cultura. Nel suo primo progetto, ha, praticamente si interessi a 25 da%, rispetto al 2012.

”Tuttavia, i deputati abbiamo promuovere che almeno si s’in termini di quanto autorizzato il 2012 e una volta dovremo dare la stessa pelea e correggere la plana all’esecutivo”, ha.

Per l’anno prossimo, l’amministrazione di Enrique Peña Nieto solleva la sparizione del rubro ”sostegno e donativos”, che gestisce il Consiglio nazionale per la cultura e delle arti (Conaculta), il quale dispone di 3 un 907.86 milioni di pesi, nonché un taglio di 50 da% alle città membri patrimonio dell’umanità, di passare da 300 a 150 milioni di pesi.

Nel bilancio del Centro di formazione Cinematografica tra, hanno chiesto alla camera ridurre la spesa 75.67 milioni dei pesi a 42.98 milioni (43.20 da% meno); il di studi Churubusco Azteca, di 128.39 milioni 79.26 – 38.27 da% meno); al Educal, 64.60 a 54.63 milioni (una minor 15.43 da%) e il Centro culturale e Turistico di Tijuana, 109.68 a 93.9 milioni di pesi meno 15.12 da%).

Si esige un taglio di 49.13 milioni di pesi il canale 22, che per il 2013 è disponibili 231.46 milioni di euro, e di 30.90 milioni all’Istituto Messicano di Cinematografía, che ha 374.58 milioni di pesi l’anno prossimo.

Inoltre, una diminuzione di 5 milioni per la stazione radio istruzione e di 29.29 milioni all’Istituto nazionale di Bellas arti.

Scopo dell’articolo “La giornata”.

Dobbiamo protestare, non è possibile, la cultura è molto importante per lo sviluppo delle nostre vite umane. La lettura, individuate, la musica, cinematografía nazionale, i musei sono importanti per tutti i messicani.

Ne che vogliono, portare a termine con il paese? Ne il diritto di visitare, acquistare e leer libri delle librerie Educal, lasciare andare a Bellas arti a vedere una ópera, ballet o concerto? Ne che a fare buone film Messicane con gli enormi per che abbiamo in arte cinematografico nel nostro paese? Ne Lasciare di visitare i musei?

Io sono Triste e attenta.

Attentamente…

Jacqueline

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s